Storia

storiaVarramista è un luogo fuori dal tempo, che ha ospitato gli intellettuali di ogni epoca, volti noti della scena artistica, culturale e imprenditoriale italiana e internazionale.
Un paradiso immerso nella natura.
Una tenuta esclusiva per i suoi ospiti.

‘900

Anni 50’. Sono gli anni delle famiglie Piaggio e Agnelli, che fanno di Varramista residenza di campagna, luogo privilegiato di relax e svago, con il suo maneggio privato. La tenuta nel suo pieno splendore accoglie personaggi di spicco delle cronache contemporanee come il conte Emilio Pucci di Barsento, Marcello Mastroianni, il conte Clemente Zileri dal Verme, la contessa Franca Spalletti Trivelli e diventa cornice, nel ’59, delle nozze tra Antonella Bechi Piaggio e Umberto Agnelli.

Anni 90’. Giovanni Alberto Agnelli sceglie Varramista come propria residenza e ne cura ogni dettaglio, cominciando dalla riconversione dei vigneti che eleggono la Syrah a vitigno d’eccellenza della tenuta: nascono così i suoi vini pregiati. Varramista ospita nel ‘96 il matrimonio tra Avery Howe e “Giovannino” Agnelli.

Dopo la sua scomparsa, la tenuta diventa luogo prediletto della madre, Antonella Bechi Piaggio duchessa Visconti di Modrone, che apre le porte della maestosa tenuta al mondo, promuovendone la qualità e lo stile.

‘800

Gino Capponi (1792-1876), unico figlio del marchese Pier Roberto e della marchesa Maddalena Frescobaldi, fu storico, senatore, legislatore e spirito intellettuale del mondo letterario, culturale e politico del suo tempo, scelse nel 1825 Varramista come residenza preferita e vi ospitò personaggi illustri come Alessandro Manzoni.

Nel 1876 Varramista fu ereditata dalla figlia Marianna, vedova del marchese Francesco Maria Gentile Farinola. Alla sua morte nel 1885, Varramista divenne proprietà della famiglia Gentile Farinola, nobile casata di origine genovese.

‘500

La progettazione della villa si deve a Bartolomeo Ammannati (1511-1592) celebre scultore e architetto fiorentino della corte medicea che collaborò alla trasformazione di Palazzo Pitti e alla realizzazione della Fontana del Nettuno della Signoria a Firenze. L'edificio principale fu completato nel 1589, come recano le cifre incise sugli embrici del tetto.

‘400

Si narra che Varramista fu donata dalla Repubblica di Firenze a Gino di Neri Capponi per la sua vittoria, al comando delle milizie fiorentine, sulla città di Pisa nel 1406. La Villa venne costruita quale avamposto contro i pisani. La Famiglia Capponi rappresentò una delle famiglie più illustri della storia fiorentina e italiana già a partire dal XII secolo.